mercoledì 23 marzo 2011

Taccuini africani - 2



Cratere di Ngorongoro - Zebre, gazzelle di Thomson, gnu striati e gazzelle di Grant all'interno del cratere.
Nota tecnica: tranne che per alcuni paesaggi e pochi altri schizzi il colore ad acquerello è stato dato successivamente in quanto farlo sul fuoristrada era obiettivamente impossibile sia per mancanza di tempo che per la mia necessità di non soffermarmi troppo su un solo soggetto in un luogo dove non si può rimanere insensibili al richiamo della quantità di animali e specie incontrati . Gli schizzi a matita e la struttura delle pagine invece sono stati realizzati sul posto. In media ogni giorno il tempo trascorso in auto sfiorava le 12 - 13 ora con poche soste per colazione, pranzo e riparazioni dei fuoristrada (le riparazioni soprattutto mi hanno consentito i disegni più accurati!). Ho lavorato su un taccuino ad album della seawhite of brighton 22x15 cm. E' un'ottima carta per la matita e buona anche per l'acquerello benché il colore tenda a rimanere troppo chiaro richiedendo qualche passaggio in più il che non è mai conveniente sul campo quando il tempo è così prezioso. Il formato però si è rivelato molto comodo da usare in piedi con il tettuccio aperto. Ho utilizzato anche un blocco Daler Rowney formato 21 x 29.7 cm la carta è una delle mie preferite ma il formato invece era un pò troppo ingombrante.

5 commenti:

  1. Che dire, Gemma? Le zebre sono bellissime, anche se gli gnu hanno sempre il loro fascino....
    E lo scorcio dei leoni sul megasasso.,,
    Vabbè ... Rosiko. Rosiko assai...

    RispondiElimina
  2. Gli gnu così freschi danno proprio l'idea di un'emozione da cogliere al volo. Bentornato, aspettiamo i prossimi post...o vederli dal vero!

    RispondiElimina
  3. sono semplicemente FAVOLOSI

    RispondiElimina