martedì 16 novembre 2010

Dipinti al Volo

Dipinti al volo - 21-28 novembre. Sala Margana, Piazza Margana 41. I quadri esposti saranno oltre 45 a cui si aggiungono più di 20 taccuini e numerosi altri acquerelli e stampe consultabili negli espositori. La mostra rimarrà aperta durante la settimana il pomeriggio dalle 16 alle 19,30. Sabato e domenica 27 e 28 invece sarà visitabile tutto il giorno. Inaugurazione domenica 21 alle 17,30.

4 commenti:

  1. Wish you alot of success Federico!

    Pacshalis

    RispondiElimina
  2. Quanto mi piace questa serie di avocette...come le spatole! Un effetto molto bello! Semplice ed elegante. Sembra quasi che lo possano fare tutti. Pare vero! Ebbravofederico... :-)

    RispondiElimina
  3. Peccato che non potrò visitare la mostra! In bocca al Lupo...e concordo con Elisabetta le Avocette sono fantastiche!!

    RispondiElimina
  4. Inserisco la bellissima recensione, inattesa, che Gianluca Garofalo mi ha inviato su facebook:

    "Ho giusto preso il tempo necessario per mettermi in pantofole, prima di sedermi davanti al computer e scrivere di questa mostra.
    Ci voleva Federico per smuovermi dal letargo domenicale, serale per giunta, e farmi affrontare un vero e proprio diluvio universale. L'acqua che ho visto cadere aveva un aspetto "monumentale". La mia auto era l'arca di Noè.

    Una mostra bella.
    Ecco perché avevo tanta fretta di raccontarla qui.
    Un aggettivo, questo, che sembra banale, povero anche, ma che calza alla perfezione, in questo caso. Una mostra bella come la natura che racconta, come i segni, precisi e veloci, della grafite sulla carta, come le trasparenze dell'acquerello. Una bellezza leggera. Poetica.
    Ho girovagato soffermandomi sulle immagini, tornando indietro nel percorso, sognando di acquistare questo o quel quadro (lo farò!), cercando di comprendere da dove provenisse quel senso di benessere che, non ostante il tempaccio, mi sentivo addosso.
    Gli animali di Federico sono quieti. Sono osservati e ritratti dal vivo, sul campo. Vivono nei loro gesti e raccontano i loro momenti che, quasi sempre, sono momenti tranquilli. Non c'è paura o aggressività. Non c'è il filtro del fotografo. Lui e il soggetto. Federico, con i suoi colori e con i suoi tratti, crea immagini vive. Vive per la naturalezza che la sua maestria (è veramente il caso di dire) gli consente e non solo per le scene che rappresenta. Il suo disegnare ed il suo dipingere è sicuro, agile, leggero. Spesso, quando si parla d'arte, si usa dire "vibrante".
    Il suo lavoro non è mai pesante, indeciso, goffo.
    Maestria nell'uso del mezzo e conoscenza profonda dei soggetti rappresentati.
    Questo traspare chiaramente, senza dubbi.
    Automaticamente, tutto ciò si traduce in un piacere spiccato nell'osservare i suoi quadri.

    Credo che Federico sia uno dei più gustosi (passatemi il termine) tra gli illustratori o artisti naturalisti in Italia... e forse anche di più.

    Non è una cosa che faccio spesso questa, anzi, quasi mai. Non scrivo recensioni alle mostre che vedo, anche perché non ne ho l'autorità.
    In questo caso, però, avevo proprio voglia di raccontarvi questa esperienza.
    Spero troviate un momento per regalarvi un po' di bellezza."

    Gianluca Garofalo
    http://gianlucagarofalo.blogspot.com/

    RispondiElimina